Puttane e sputtanati

Condividi
Codice da incorporare
  • Pubblicato il 11 nov 2018
  • Non mi fa male la libertà di stampa, mi fa male la stampa. G. Gaber
    -~-~~-~~~-~~-~-
    Per il mio ultimo video: "Un problema chiamato Fabio Fazio"
    it-clip.net/video/dUMl97bP4Y8/video.html
    -~-~~-~~~-~~-~-

Commenti • 445

  • Fausto galfrè
    Fausto galfrè 4 mesi fa

    Le prostitute hanno una dignità i giornalisti non l'hanno ancora dimostrato.

  • Luigi Pecoraro
    Luigi Pecoraro 6 mesi fa

    Sei grande x fortuna che il movimento ha politici come te ciao continua cosi

  • Gianluigi Cocco
    Gianluigi Cocco 6 mesi fa

    Grande Paragone, sempre più orgoglioso di far parte dei 5S e di questa onda che cambierà il paese.

  • patrizia foiani
    patrizia foiani 7 mesi fa +1

    Chris Bianchi MI scusi @ChrisBIanchi ma dimostrare di IGNORARE come lei fa "abilmente" ( si fa per dire) e accompagnare la ignoranza con etichette è esattamente quello che fa un certo tipo di giornalismo.. Approfondisca ed interrompa una manifestazione continuativa di pregiudizi e concezione ottusa ed ANTISCIENTIFICA. Pesi prove DRETTE, fatti, analisi e poi emetta suoni che vorrebbero essere giudizi. UN DVD unico fatto di prove dirette uniche e vagliabili e da me ascoltate ("ASCOLTATE") già distribuito tra decine di migliaia di cittadini costituisce, qualora Lei continui nella sua mission etichettatrice e di disinformazione "da regime per taglio assenza di metodo e assoluta immotivazione, la migliore prova contro asserzioni assolutamente prive di qualsiasi rapporto con la realtà. Come le ha spiegato il dott. Paolo Ferraro , lui per primo ha fatto un lavoro serrato di analisi del mondo complottista che aborrisce IVI COMPRESI I MEET UP e ne ha svelato la mission disinformativa. In casa cinque stelle "anche" ,. Si arrenda alla evidenza o continui a far finta di IGNORARE nella ignoranza più totale. E' indifferente. Mi dispiace per Lei e per la figura da giornalista di regime che fa 1! MEET UP , matrice anglo americana e il molto di più che è ormai non solo evidente ma "ben oltre la evidenza" E cito sempre PAolo Ferraro che conosco anche personalmente e bene . !!! ..

  • arcangelo castiel
    arcangelo castiel 7 mesi fa

    Una puttana succhiera' sempre cazzi

  • ALESSANDRO NUVOLA ROSSA

    IMMENSO!!!

  • ThunderbladeMauro
    ThunderbladeMauro 7 mesi fa

    TI STIMO PARAGONE🌟🌟🌟🌟🌟

  • sabrinascucchi
    sabrinascucchi 7 mesi fa

    Grande !!!

  • Ascosi Lasciti
    Ascosi Lasciti 7 mesi fa

    Bravo ....bravissimo Paragone.....e grazie ! Puttane e pennivendoli è un complimento per molti giornalisti....!

  • Giuseppe Criaco
    Giuseppe Criaco 7 mesi fa

    LE MALEBOLGE DELLA STAMPA ITALIANA
    «Luogo è in inferno detto Malebolge,
    tutto di pietra di color ferrigno,
    come la cerchia che dintorno il volge.
    Nel dritto mezzo del campo maligno
    vaneggia un pozzo assai largo e profondo,
    di cui suo loco dicerò l'ordigno".
    Annunciava cosi, l’Alighieri, senza enfasi e senza fronzoli, le Malebolge. Luogo infernale ove falsari, ipocriti, traditori, simoniaci e bugiardi pativano “le pene per lor pensate” da un divino contrappasso altrimenti non eludibile.
    Ormai ricorrente mi sovviene questa immagine, di falsari, di bugiardi e dì fomentatori d’odio, tutte le volte che approccio una lettura quotidiana di giornali, riviste o notiziari on line, propinati da una stampa relegata, in termini di libertà, al 46^ posto, in quella singolare classifica redatta da Reporter senza frontiere.
    Però stiamo risalendo la china.
    Difatti io non credo che oggi in Italia vi sia un problema di libertà di stampa.
    Il vero problema semmai è l’approccio culturale che spesso attanaglia il nostro giornalismo. La voglia di scavare davvero “dentro” la notizia. Di studiarne la natura ed i contorni, di leggerne il vero significato. Purtroppo questo in Italia, si fa molto raramente.
    Così la verifica delle fonti diventa un puro esercizio di stile, lo studio (vero) degli argomenti un inutile perdita di tempo, ed il seguire quel fil-rouge che lega sempre notizie ed ambienti spesso “scomodi” diventa un insormontabile baluardo per cronisi e direttori. Insomma i giornalisti italiani studiano poco, e leggono meno, non ascoltano, e soprattutto spesso non ricercano.
    Prova ne è la feroce polemica e le sprezzanti critiche che il Decreto Sicurezza, appena promulgato, ha dovuto sopportare e continua a sopportare non solo in quella parte dedicata a migranti e richiedenti asilo dove spesso sono le contrapposizioni a farla da padroni, ma anche a in quelle che sono state le modifiche apportate al Decreto Legislativo n. 159/2011 (il Codice Antimafia) limitatamente all’art. 48 relativo alla gestione dei beni confiscati.
    Difatti da più parti alti si sono levati i “lai” per il punto in cui , erroneamente, si sostiene che questo Decreto introduce la possibilità della vendita al miglior offerente dei beni confiscati alla criminalità organizzata.
    Un errore marchiano in cui sono incappati giornalisti, redattori, correttori di bozze Direttori di testata. Tutti, nessuno escluso, si sono catapultati a testa bassa contro questo provvedimento senza nemmeno prendersi la briga di leggere ciò che c’era prima. Appunto, non leggono.
    E pensare che bastava solo aprire il vecchio Codice Antimafia, andare all’art. 48 comma 5 per accorgersi che i due testi sono uguali, speculari nel primo paragrafo.. Perchè il primo paragrafo del comma 5, quello “incriminato”, che prevede la “vendita degli immobili”, non solo non è stato oggetto di modifica da parte di questo Decreto sicurezza, ma è rimasto immutato nel tempo sin dal lontano 2011. Tale e quale.
    Ma incurante di questa “elementare” evidenza, Roberto Saviano, l’antitaliano (si chiama così la sua rubrica settimanale sull’Espresso), si lascia andare a giudizi taglienti, colmi di quel conclamato livore, che gli gonfiano il petto e gli fanno schizzare astio a piene mani contro il nostro Ministro dell’Interno. Purtroppo per lui però, la rabbia covata contro il leader leghista lo pone in banale errore. Ed a sbagliare due volte.
    Difatti oltre a rimproverare a questo esecutivo, errando, l’introduzione della possibile vendita dei beni sottratti alle mafie, il fustigatore di MINISTRI DELLA MALAVITA rimprovera, incautamente, al provvedimento (ed a Salvini), il mancato divieto di cedere il bene ai cosiddetti prestanome dei clan. Ovviamente affermazione non fu mai più erronea in quanto anche in questo caso non è così, ma, anche oggi ,come nel vecchio provvedimento è previsto ogni genere di controllo Antimafia nei confronti degli acquirenti.
    Infatti la nuova disposizione dice, testuale "L’Agenzia acquisisce, con le modalità di cui agli articoli 90 e seguenti, l’informazione antimafia, riferita all’acquirente e agli altri soggetti allo stesso riconducibili, indicati al comma precedente, affinché i beni non siano acquistati, anche per interposta persona, da soggetti esclusi ai sensi del periodo che precede, o comunque riconducibili alla criminalità organizzata, ovvero utilizzando proventi di natura illecita".
    Quindi nei limiti del possibile ed adottando tutti gli strumenti legislativi possibili si farà in modo che l’acquisto degli immobili sia quanto piu possibile salvaguardato da un eventuale reimpiego ovvero riacquisto da parte di esponenti della C.O.
    Ed a completare la salvaguardia di legalità si provvede con il combinato disposto del nuovo comma. 6 (dell'art. 48) che assegno il diritto di prelazione sull’acquisto alle
    a) cooperative edilizie costituite da personale delle Forze armate e/o delle Forze di polizia;
    b) gli enti pubblici aventi, tra le altre finalità istituzionali, anche quella dell’investimento nel settore immobiliare;
    c) le associazioni di categoria che assicurano, nello specifico progetto, maggiori garanzie e utilità per il perseguimento dell’interesse pubblico;
    d) le fondazioni bancarie;
    e) gli enti territoriali
    Ovverosia quegli stessi soggetti giuridici ed economici che potevano acquistare i beni alla luce delle vecchi disposizioni. Oggi possono farlo ancora, e con una sorta di priorità sul tanto deprecato “miglior offerente”.
    Mettendo così a tacere non sono i male informati che non comprendono il linguaggio tecnico giuridico, ma anche chi quel linguaggio lo comprende ma lo vuole criticare “a prescindere”. Con raro esercizio di malafede organizzata.
    Caduti quindi questi due capisaldi, l’ultimo misero avamposto critico sempre in materia di beni confiscati, era rappresentato da tutti coloro che stracciandosi le vesti urlavano indignati al “condono mafioso”. Ma ahiloro, anche in questo caso si trattava di una falsa interpretazione della norma, gettata li più per rimestar nel torbido che per vero amor di legalità. Perché si sta argomentando NON, dicesi NON, di “sanatorie ovvero condoni” previsti ad acta, da questo Decreto e per queste unità immobiliari, ma di provvedimenti che erano già stati emanati nel tempo, da altri esecutivi - altri governi, ma dai quali questi cespiti erano rimasti fuori, proprio perche si trovavano in quel limbo giuridico di “bene confiscato”, e quindi sottoposti ad una sorta di afasia legislativa proprio perché ignoto sarebbe stato il loro destino. Ma che oggi una volta finalmente tornati nel circuito della legalità impossibile non applicare anche a queste unità immobiliari, quei benefici che altri avevano già previsto.
    Pertanto questo rigurgito di legalitarismo daccatto, farebbe sorridere per la sua evidente non solo strumentalizzazione, ma perfino ignoranza della norma, se non fosse che anche personaggi del calibro di Don Ciotti - che invece la legislazione antimafia la conosce molto bene per averne fruito in larga misura con la sua meritoria associazione Libera, si prestino a questo gioco al massacro supportando tesi e personaggi che fanno dileggio di quello che era e che è il novellato Antimafia 159/2011. Dimostrando ancora una volta, semmai ce ne fosse bisogno - la malafede e il pregiudizio “a prescindere” che tutta la stampa italiana ormai vomita quotidianamente verso questo esecutivo.
    Insomma ancora una volta si è dato sfogo al rancore ed alla bugia da cui emerge incontrovertibile una verità: i cronisti non studiano ed i direttori non leggono. Ma purtroppo i cittadini non si indignano più per le menzogne della stampa. In questo vischioso mainstream che tutto appiattisce e tutto vuole omologato.
    Ed a me suonano ancora familiari le parole dell’esule fiorentino che narrando di falsi, bugiardi e sobillatori così si espresse:
    “ L'una è la falsa ch'accusò Gioseppo;
    l'altr'è 'l falso Sinon greco di Troia:
    per febbre aguta gittan tanto leppo".
    Ma chiedere di cosa stiamo parlando non ha senso. Non saprebbero rispondere. Gli uni non leggono, gli altri non studiano.

    ………Con il cuore a riveder le stelle
    Fortebraccio64

  • Robert Van Donner
    Robert Van Donner 7 mesi fa +1

    Esame del giornalismo contemporaneo azzeccato, e non solo la carta stampata, anche i telespettatori scoprono che ognuno tira l' acqua al suo mulino, le differenze sono evidenti, due pesi e due misure, una scarpa e una ciabatta, notizie accomodate per favorire una parte e screditare l' altra.

  • giacomo gallieni
    giacomo gallieni 7 mesi fa

    A proposito di Puttane racconta come sei finito dalla Padania alla RAI

  • Irene Fiorentini
    Irene Fiorentini 7 mesi fa

    Bravo Paragone!!!!la penso esattamente come te!!!

  • J. Joker
    J. Joker 7 mesi fa

    Paragone = 1 leghista infiltrato nel M5s!

  • Gino Pino
    Gino Pino 7 mesi fa

    Grandissimo Gianluigi! Hai aperto la fogna giornalista...

  • EuroEcoBlu Blu
    EuroEcoBlu Blu 7 mesi fa

    E perchè nessun giornale ne parla della Nuova Banca e cosa hanno fatto i grandi nomi italiani e chi hanno messo al controlo ? Gasparri tale e quale come Casini su Bamca d'Italia, questi sono i grandi giornali dove hanno la libertà di stampa, bene bene

  • Fedele Moccia
    Fedele Moccia 7 mesi fa

    l'Italia del cambiamento odiata da tutti! Bravi complimenti che brutta fine grazie! a questi falsi e ignoranti e anche a chi gli ha appoggiati

  • egizio bosio
    egizio bosio 7 mesi fa

    ma chi cerca di fare il suo lavoro in un certo modo fa la fine di barnard

  • Giordano Bruno
    Giordano Bruno 7 mesi fa

    Vai Gianluigi...massacrali tutti sti giornali e giornalisti servi dei potenti.

  • calabrese6829
    calabrese6829 7 mesi fa

    Gianluigi ma che fine ha fatto Foa ????!!!!

  • paolo spadetta
    paolo spadetta 7 mesi fa

    Che fossero "prezzolati",lo si sapeva ed e' evidente a tutti,anche senza sapere "chi" li paga.
    poi basta sentire cosa dicono questi "giornalisti",si fa per dire,negli studi televisivi,di quelle televisioni colpevoli come e piu' di loro,distanti mille miglia dalla realta' del popolo vero,quello che soffre e lavora,come chi parla a spada tratta di "assistenzialismo" nel reddito di cittadinanza....non sanno neanche lontanamente ,"quelli",cosa vuol dire essere alla disperazione e contarsi gli ultimi spiccioli in banca,mentre continuano ad arrivare bollette su bollette e spesso "false" e gonfiate.Vivono su marte e pensano di poter giudicare chi vive sulla Terra.Vergogna...alla gogna...se fosse per me....rimetterei quel meraviglioso strumento di punizione...che non ammazzava fuori ma...dentro.

  • QUICK TRUE LIFE
    QUICK TRUE LIFE 7 mesi fa

    Lo sappiamo anche noi da anni che la situazione è questa...da decenni...quindi che si fa?

  • WampiR Red
    WampiR Red 7 mesi fa

    Che figura di merda fai! Copriti il volto quando parli.

  • Francesco Sestu
    Francesco Sestu 7 mesi fa

    e va bene tu sei l' innocente, ,, e gli altri son tutti coglioni, tutti vogliamo il cambiamento," ma incomincia ad' accorgerti che sei un fanatico,, altrimente farai sempre brutte figure...

  • D M
    D M 7 mesi fa

    La Repubblica prende finanziamenti pubblici? A parte i finanziamenti indiretti che prendono con il 4% di IVA che pagano sui loro introiti, mentre, noi scemi cittadini, paghiamo il 22%,. A parte tutte le agevolazioni , tipo credito per la carta, agevolazioni telefoniche e di energia elettrica, tariffe postali e così via.....che, ovviamente compensiamo noi , popolo scemo,qualche giornale prende anche ulteriori finanziamenti! Mi risulta che l'unico giornale che ha rinunciato ai finanziamenti pubblici sia il fatto quotidiano che è , per l'appunto , in crescita! Ditemi se c'è qualcosa di sbagliato in quello che dico, visto che queste informazioni le ho trovate su Internet! Grazie

  • Lorenzo Ronci
    Lorenzo Ronci 7 mesi fa

    Vi abbiamo sgamato..... Ai pseudo giornalisti pdioti e forzisti sta' scoppiando il fegato.... Vedrete quando taglieranno i soldi ai vostri giornaletti igienici. Maloxxxxxxxxxxxxxxxx

  • Francesco Finocchiaro

    la stampa è da sempre il cane da guardia del potere. urge seria legge sull'editoria 😐

  • C.G.C
    C.G.C 7 mesi fa

    Bravo anzi eccellente

  • Alisandru
    Alisandru 7 mesi fa

    Sei un grande

    • Gianni Farneti
      Gianni Farneti 7 mesi fa

      ma smettila.fallito non ti sei.stancato di prendere in giro gli italiani il giornalismo sano e quello che non vi critica e intanto ci state portando alla bancarotta perché le promesse fatte per raccattare i tanti voti presi sono tutte balle caro eccellente giornalista paragone che difendi i tuoi compagni di merende ciarlatani come te

  • mamabil
    mamabil 7 mesi fa

    Buona parte dei giornalisti hanno una funzione: "Cercare di manipolare le masse" "Orientare l'opinione pubblica".
    Questa funzione è simile a quella che si usa per vendere un prodotto, la pubblicità.
    Quando non funziona, si trovano le cause e si cerca di rimuoverle.
    E cosi nacque la LOTTA ALLE FAKE NEWS.
    Additando i SOCIAL MEDIA e più in generale INTERNET di essere veicolo di INFORMAZIONI FALSE.
    Sono in pochi a fare il Giornalista, con la G maiuscola. Ma siamo umani, non tutti hanno il coraggio di mettere in discussione la propria vita, comoda, per contrapporsi a chi ti da il pane.

  • Cristiano Greggio
    Cristiano Greggio 7 mesi fa

    Questa mattina il giornalista di turno di RAI RADIO 3, alla trasmissione 'Prima Pagina', commentando sulle 'accuse' del M5S ai giornalisti, osservava che tra l'altro la stampa è ultimamente in grande crisi, la gente non compra più perché le persone sono come 'INDIVIDUALMENTE INCUPITE', a lasciare intendere che i giornali stanno continuando a fare il loro '''''serio''''' lavoro e che forse è colpa della gente che si lascia influenzare negativamente ... Come dire:qualcuno sta avendo la presunzione, a quanto pare, o pensa di avere l'autorità di rimarcare una certa incapacità della gente a documentarsi seriamente. Questo in Italia adesso è sempre meno vero. Lo sappiamo benissimo. Foa forse non è ancora riuscito ad imprimere un nuovo corso alla RAI: speriamo che ce la faccia, ed al più presto.
    Questa mattina, mentre guidavo verso il confine, perchè quotidianamente mi reco a lavorare all'estero (e mi tocca questa vita perché in Italia quest'anno me la sono vista proprio brutta) ... quel ... filibustiere al microfono se ne è uscito con cotanto spocchioso commento. Sfortunatamente il mio cellulare non prendeva ... avrei immediatamente tentato di chiamare in diretta a chiedere ragione di questa arroganza (ma mi avrebbero impedito di prendere la linea, in quanto avendo già avuto io l'occasione di parlare in diretta a 'Prima Pagina', le centraliniste ovviamente si accertano prima quale argomento l'ascoltatore desidererebbe porre ...).
    Egregio Gianluigi ... le chiedo di dare corso al più presto ai Suoi propositi di tagliare i finanziamenti ai giornali. Se la gente non compra è perché è stufa della solita aria fritta, perché sta capendo che le verità sono altre, ed è stanca di essere presa per il sedere. Continuerò ad ascoltare 'prima pagina' perché di fatto sarà uno dei rivelatori che qualcosa effettivamente cambierà (se cambierà) quanto ad informazione e servizio pubblici: me ne accorgerò subito.
    Una testata giornalistica/di informazione è degna di sopravvivere se la gente la vuole.
    Non per finanziamento pubblico. Ma stiamo scherzando ?
    Poi, soprattutto quando le scelte delle redazioni sono così sfacciatamente pilotate ......
    Grazie per l'attenzione.
    Cristiano

  • Cassandra Crossing
    Cassandra Crossing 7 mesi fa

    Caro Paragone, non ho mai votato M5S, ma, devo essere obbiettiva: SEI BRAVISSIMO!
    Coerente, corretto e coraggioso.
    Null'altro da aggiungere, a parte il fatto che ti vorrei in una posizione di prevalenza nel movimento. Te lo meriti...

  • Angelo di Terlizzi
    Angelo di Terlizzi 7 mesi fa

    Io non ascolto e approvo tutto quello che dici Gianluigi, ma per ascoltare quello che dici in questo video sto aprendo bene le orecchie, come dovrebbero fare in milti. Mi piace il tuo linguaggio e finalmente un politico, dei politici dei quali si capisce ciò che dicono, non come prima, che parlavano in politichese...

  • Nara Chicchi
    Nara Chicchi 7 mesi fa +1

    Quanto ci piaci Gianluigi.. È un gran contributo quello che stai dando al paese! Grazie 👍💛

  • Gennaro Russo
    Gennaro Russo 7 mesi fa

    Il tuo problema e che fino a poco tempo fa anche tu andavi a braccetto con puttane e sputtanati.

  • Giovanni Moretti
    Giovanni Moretti 7 mesi fa +1

    Se non ho letto male il 13 cioè ieri si doveva svolgere il processo dove Renzi è uno degli imputati come mai non ho letto nessun articolo o commento televisivo.io sono daccordo con PARAGONE,DIMAIO E DIBATTISTA

  • Salvatore Squadrito

    GIANLUIGI,BRAVO!
    DILLO CHE SONO TUTTI SANTI!

  • Cabras Giancarlo
    Cabras Giancarlo 7 mesi fa

    gianluigi sei troppo forte!! racconti la realta dei fatti tale quale la vediamo noi ITALIANI !! è mai possibile che giornali e sopratutto televisioni non si rendono conto che prima o poi la gente li bastonera' maledettamente !!???

  • giovanni allegra
    giovanni allegra 7 mesi fa

    Cominciate a togliere i soldi che lo stato da loro,fate una legge specifica per cui questo marchettificio smetta di essere,per esempio date dignità ai giovani giornalisti imponendo agli editori paghe dignitose,
    nel frattempo stiamo aspettando un cambio di rotta della rai, azienda per la quale gli Italiani pagano un canone,e non riescono più a guardare.

  • glorfindel75
    glorfindel75 7 mesi fa

    360 minuti di applausi

  • Alle Igi
    Alle Igi 7 mesi fa

    Piu di tè che eri dentro. L'hai subito é ne sei uscito fuori
    Altrimenti non stavi ha raccontarci questa bella casta fatta di denaro e favoritismi. Del dire e non dire ..Noi potevamo solo pensarlo
    Ma tra il pensiero e sapere cè una bella differenza
    Paragone Illuminarci o tu che sai

  • Roby Line
    Roby Line 7 mesi fa

    bravo Gianluigi

    • Paolo Ferraro
      Paolo Ferraro 7 mesi fa

      Paolo Ferraro
      15 minuti fa
      LE SPECIFICHE DELLA VERSIONE 1000 SPECIAL Golden FINALE. ilfilodelmagistrato.altervista.org/dvd-iso-1000-2-il-filo-del-magistrato/ Integralmente riscritto per assicurarne compatibilità con tutti i sistemi MAC, PC, LINUX sia a 32 che 64 che 128 bit, Il DVD costituisce il prodotto finale di otto anni di lavoro dedicato in primo luogo alle magistrature ed alle sacche di legalità delle istituzioni. Il dvd-iso DEDALO E IL IX GIRONE. IL FILO DEL MAGISTRATO E UN LABIRINTO SENZA PIÙ SEGRETI, gestibile su pc o da masterizzare, costituisce una opera digitale di racconto, informazione, prova ed analisi, da diffondere. Costituisce un unicum, sia per fattura tecnica che per contenuti, sia per oggetto di analisi che per fine di dettagliata informazione pubblica. E’ uno strumento digitale multimediale completamente autonomo ed al contempo collegato a banche dati in rete, che assomma un impianto di prove dirette rielaborate unico, per una vicenda dalla cui messa allo scoperto integrale emerge come di portata evidente consentendo di ricostruire assetti e forme coperte di attività deviate ed uno spaccato reale e concreto sebbene assai "inquietante".
      *
      LE PROFONDE RAGIONI DELLA DIFFUSIONE DEL DVD-ISO
      La conoscenza di questo assetto illegale sotto lo Stato apre scenari ed opportunità di una concreta analisi degli accadimenti, indicando le vie di approfondimento necessarie, e sollecita sinanche un nuovo modo di fare politica.
      Ne emerge la priorità da dare al controllo ed intervento su ciò che interferisce con la democrazia in quanto appare diretto a realizzare agenda della storia altrove indicata, ed in quanto realizza interventi su assetti locali di potere e di interessi, accerchiando, irretendo, ricattando od eliminando uomini indipendenti e non affiliabili, con diversi metodi, studiati ed elaborati anche “ad personam”, e con un supporto più che significativo di scienze piegate a fini ultronei e segnatamente di una psichiatria di apparato a cavallo tra magistrature e mondi militar deviati.
      La natura sostanzialmente eversiva e di scalata ai gangli delle istituzioni di questi assetti nascosti ed il mantenimento del potere deviato di questo cemento di potere trasversale, sono incompatibili con la legalità costituzionale.
      Resistendo per quasi un decennio a tutto quello che si è mosso e ancor si muove per la nostra distruzione ed isolamento, abbiamo perciò portato a compimento il nostro massimo, realizzando lo strumento informativo e formativo che ci eravamo prefissi dal primo momento in cui sentimmo la necessità di mettere al corrente, far sentire e far capire, integralmente.
      *
      IL ROMANZETTO BREVE INTRODUTTIVO
      Il romanzo breve in versione html e pdf: “Anche questo di per sé vuol dire poco o niente” fa da introduzione letteraria, presto surclassata dalla sequenza degli eventi concreti illustrati mediante un sistema integrato di prove dirette ascoltabili, valutabili e uniche nel loro genere (registrazioni audio e video audio di telefonate, conversazioni tra presenti e attività coperte realizzate) e documentazioni integrate con analisi di raccordo e contestualizzazioni puntuali.
      *
      L'OPERA E LE SUE RAGIONI
      L’opera è stata portata a termine da chi, rinunciando al lavoro retribuito e sotto un poliedrico attacco distruttivo, ha messo davanti a tutto la verità e la informazione analitica, concreta e diretta.
      "Paolo Ferraro è il magistrato che non solo non si è lasciato irretire, accerchiato ha rifiutato qualunque profferta, è andato avanti sino in fondo nonostante ciò che aveva scoperto e i poteri che lo circondavano, in nome della magistratura ed in difesa della Costituzione, pagando un prezzo unico in termine di illegale persecuzione. Ma non si è limitato ad essere fedele al diritto ed al suo ruolo: si è dedicato ad informare dettagliatamente tutte le istituzioni e le magistrature.
      E’ stato dispensato dal servizio e ridotto senza lavoro per aver solo ed esclusivamente fatto il suo dovere, nell’ambito di una delle più incredibili manovre illegali di mobbing orchestrato, per nascondere ciò che aveva infine scoperto e provato, e ora tutti sanno tutto e come e perchè.
      Analisi, contestualizzazioni e documentazioni dettagliatissime accompagnate da un sistema multimediale incorporato per le PROVE AUDIO E VIDEO AUDIO consentono di valutare tutto e tutto al di sopra di qualunque dubbio e su tutti i piani.
      @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
      I SITI OFF LINE DA SCARICARE SCOMPATTARE SU PC ED AVVIARE CLICCANDO SUL FILE INDEX.HTML LI TROVI AGGIORNATI PERMANENTEMENTE su www.mediafire.com/folder/1eoakcy9cxqfh/BLOGS_OFF_LINE
      @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
      VI E' UNA PETIZIONE ON LINE CHE ACCOMPAGNA UNA ISTANZA ALLE ISTITUZIONI: la posta in gioco non è solo Paolo Ferraro ... per chi capisce.
      www.change.org/p/magistrature-paolo-ferraro-e-istituzioni-vanno-tutelati-nella-legalità?recruiter=134804870&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=psf_combo_share_initial.pacific_abi_select_all_contacts.select_all.pacific_abi_gmail_send.variation.pacific_email_copy_en_us_5.v1.pacific_email_copy_en_us_3.control.pacific_email_copy_en_gb_4.v1.lightning_share_by_medium_message.fake_control.lightning_2primary_share_options_more.control&utm_term=triggered

    • Paolo Ferraro
      Paolo Ferraro 7 mesi fa +1

      Paolo Ferraro
      16 minuti fa
      eh già io non sono stato costretto a costruire da solo un DVD unico nel suo genere, anche per caratteristiche tecniche ed oggetto, i quanto M5s apparato Di Maio e intera nomenklatura cinque stelle nascondevano nel SILENZIO più massonico che si potesse immaginare , IL CASO PAOLO FERRARO e la GRANDEDISCOVERY che ne è venuta !!!!! E continuate .. insieme alla “stampa generalista” !!! Guardar la trave altrui vabbè ma la trave propria negli occhi propri ?! Neanche l’insegnamento antico .. salva ? Eppoi ciò svela collegamenti e basamenti .. credete che la gente non colga il VALORE DEL SILENZIO FRAMASSONICO MILITARE opinato da oltreoceano ?! Inoltre vi siete messi UN SIONISTA coinvolto nelle vicende e molto altro, da sempre collegato agli States e CIA e MICROSOFT, dentro il MINISTERO DI GIUSTIZIA a dirigere come magistrato un DIPARTIMENTO. Maddai .. siete allo scoperto “anche” voi ormai !! Purtroppo .. eh ?! E vediamo se vi svegliate ora .. c’è sempre la ultima chance data .. che serve come definitiva cartina al tornasole

  • Paolo Ferraro
    Paolo Ferraro 7 mesi fa +5

    eh già io non sono stato costretto a costruire da solo un DVD unico nel suo genere, anche per caratteristiche tecniche ed oggetto, i quanto M5s apparato Di Maio e intera nomenklatura cinque stelle nascondevano nel SILENZIO più massonico che si potesse immaginare , IL CASO PAOLO FERRARO e la GRANDEDISCOVERY che ne è venuta !!!!! E continuate .. insieme alla “stampa generalista” !!! Guardar la trave altrui vabbè ma la trave propria negli occhi propri ?! Neanche l’insegnamento antico .. salva ? Eppoi ciò svela collegamenti e basamenti .. credete che la gente non colga il VALORE DEL SILENZIO FRAMASSONICO MILITARE opinato da oltreoceano ?! Inoltre vi siete messi UN SIONISTA coinvolto nelle vicende e molto altro, da sempre collegato agli States e CIA e MICROSOFT, dentro il MINISTERO DI GIUSTIZIA a dirigere come magistrato un DIPARTIMENTO. Maddai .. siete allo scoperto “anche” voi ormai !! Purtroppo .. eh ?! E vediamo se vi svegliate ora .. c’è sempre la ultima chance data .. che serve come definitiva cartina al tornasole

    • Paolo Ferraro
      Paolo Ferraro 7 mesi fa

      LE SPECIFICHE DELLA VERSIONE 1000 SPECIAL Golden FINALE. ilfilodelmagistrato.altervista.org/dvd-iso-1000-2-il-filo-del-magistrato/ Integralmente riscritto per assicurarne compatibilità con tutti i sistemi MAC, PC, LINUX sia a 32 che 64 che 128 bit, Il DVD costituisce il prodotto finale di otto anni di lavoro dedicato in primo luogo alle magistrature ed alle sacche di legalità delle istituzioni. Il dvd-iso DEDALO E IL IX GIRONE. IL FILO DEL MAGISTRATO E UN LABIRINTO SENZA PIÙ SEGRETI, gestibile su pc o da masterizzare, costituisce una opera digitale di racconto, informazione, prova ed analisi, da diffondere. Costituisce un unicum, sia per fattura tecnica che per contenuti, sia per oggetto di analisi che per fine di dettagliata informazione pubblica. E’ uno strumento digitale multimediale completamente autonomo ed al contempo collegato a banche dati in rete, che assomma un impianto di prove dirette rielaborate unico, per una vicenda dalla cui messa allo scoperto integrale emerge come di portata evidente consentendo di ricostruire assetti e forme coperte di attività deviate ed uno spaccato reale e concreto sebbene assai "inquietante".
      ***
      LE PROFONDE RAGIONI DELLA DIFFUSIONE DEL DVD-ISO
      La conoscenza di questo assetto illegale sotto lo Stato apre scenari ed opportunità di una concreta analisi degli accadimenti, indicando le vie di approfondimento necessarie, e sollecita sinanche un nuovo modo di fare politica.
      Ne emerge la priorità da dare al controllo ed intervento su ciò che interferisce con la democrazia in quanto appare diretto a realizzare agenda della storia altrove indicata, ed in quanto realizza interventi su assetti locali di potere e di interessi, accerchiando, irretendo, ricattando od eliminando uomini indipendenti e non affiliabili, con diversi metodi, studiati ed elaborati anche “ad personam”, e con un supporto più che significativo di scienze piegate a fini ultronei e segnatamente di una psichiatria di apparato a cavallo tra magistrature e mondi militar deviati.
      La natura sostanzialmente eversiva e di scalata ai gangli delle istituzioni di questi assetti nascosti ed il mantenimento del potere deviato di questo cemento di potere trasversale, sono incompatibili con la legalità costituzionale.
      Resistendo per quasi un decennio a tutto quello che si è mosso e ancor si muove per la nostra distruzione ed isolamento, abbiamo perciò portato a compimento il nostro massimo, realizzando lo strumento informativo e formativo che ci eravamo prefissi dal primo momento in cui sentimmo la necessità di mettere al corrente, far sentire e far capire, integralmente.
      ***
      IL ROMANZETTO BREVE INTRODUTTIVO
      Il romanzo breve in versione html e pdf: “Anche questo di per sé vuol dire poco o niente” fa da introduzione letteraria, presto surclassata dalla sequenza degli eventi concreti illustrati mediante un sistema integrato di prove dirette ascoltabili, valutabili e uniche nel loro genere (registrazioni audio e video audio di telefonate, conversazioni tra presenti e attività coperte realizzate) e documentazioni integrate con analisi di raccordo e contestualizzazioni puntuali.
      ***
      L'OPERA E LE SUE RAGIONI
      L’opera è stata portata a termine da chi, rinunciando al lavoro retribuito e sotto un poliedrico attacco distruttivo, ha messo davanti a tutto la verità e la informazione analitica, concreta e diretta.
      "Paolo Ferraro è il magistrato che non solo non si è lasciato irretire, accerchiato ha rifiutato qualunque profferta, è andato avanti sino in fondo nonostante ciò che aveva scoperto e i poteri che lo circondavano, in nome della magistratura ed in difesa della Costituzione, pagando un prezzo unico in termine di illegale persecuzione. Ma non si è limitato ad essere fedele al diritto ed al suo ruolo: si è dedicato ad informare dettagliatamente tutte le istituzioni e le magistrature.
      E’ stato dispensato dal servizio e ridotto senza lavoro per aver solo ed esclusivamente fatto il suo dovere, nell’ambito di una delle più incredibili manovre illegali di mobbing orchestrato, per nascondere ciò che aveva infine scoperto e provato, e ora tutti sanno tutto e come e perchè.
      Analisi, contestualizzazioni e documentazioni dettagliatissime accompagnate da un sistema multimediale incorporato per le PROVE AUDIO E VIDEO AUDIO consentono di valutare tutto e tutto al di sopra di qualunque dubbio e su tutti i piani.
      @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
      I SITI OFF LINE DA SCARICARE SCOMPATTARE SU PC ED AVVIARE CLICCANDO SUL FILE INDEX.HTML LI TROVI AGGIORNATI PERMANENTEMENTE su www.mediafire.com/folder/1eoakcy9cxqfh/BLOGS_OFF_LINE
      @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
      VI E' UNA PETIZIONE ON LINE CHE ACCOMPAGNA UNA ISTANZA ALLE ISTITUZIONI: la posta in gioco non è solo Paolo Ferraro ... per chi capisce.
      www.change.org/p/magistrature-paolo-ferraro-e-istituzioni-vanno-tutelati-nella-legalità?recruiter=134804870&utm_source=share_petition&utm_medium=copylink&utm_campaign=psf_combo_share_initial.pacific_abi_select_all_contacts.select_all.pacific_abi_gmail_send.variation.pacific_email_copy_en_us_5.v1.pacific_email_copy_en_us_3.control.pacific_email_copy_en_gb_4.v1.lightning_share_by_medium_message.fake_control.lightning_2primary_share_options_more.control&utm_term=triggered
      §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

  • Alfonso Barra
    Alfonso Barra 7 mesi fa

    Ma L' Italia e fondata sulla falsa informazione, chi sa perche'??????

  • Roberto Moretti
    Roberto Moretti 7 mesi fa

    zozzi corrotti , e falsi professionisti, siete dei giornalai no giornalisti,siete delle puttane a pagamento,incominciando dal fatto che dovete essere foraggiati dallo stato, ma chi cazzo di partito o governo vi ha dato questa onoranza , che ci costa a noi italiani,,, be basta se siete oltremodo falsi e corrotti dovrete essere tolti,,,,oramai nel bagno e' tanto tempo che esiste la carta igenica voi non servite neanche a questo

  • Luigi Vertucci
    Luigi Vertucci 7 mesi fa +1

    Bravo Gianluigi!!! Mi dispiace solo che Bonafede domenica dall'Annunziata, alla domanda "Ministro secondo lei io sono una pennivendola o una puttana?" non abbia avuto la prontezza di rispondere ""questa domanda non la deve fare a me ma la deve fare a se stessa e vedrà che troverà la risposta se è l'una o l'altra o nessuna delle due"".

  • Saverio Antonio Di Quarto

    Grande Gianluigi 😘

  • Mauro Roberti
    Mauro Roberti 7 mesi fa

    Questi non sono giornalisti. Questi sono insetti al soldo del padrone, in primis quei parassiti di repubblica.

  • rosanna al
    rosanna al 7 mesi fa

    OGGI BOMBARDANO ISRAELE E LO TACCIONO ..VERGOGNOSO!!!!

  • rosanna al
    rosanna al 7 mesi fa

    SONO PAGATI ,, QUESTA E' CORRUZIONE

  • rosanna al
    rosanna al 7 mesi fa

    NON COMPRO PIU' UN GIORNALE

  • Chris Bianchi
    Chris Bianchi 7 mesi fa

    Si scatenano contro Luigi e Alessandro, tuona Paragone. Ma va?! Di Battista ha chiamato i giornalisti "puttane", mentre Di Maio li ha definiti "cani da riporto, infami e sciacalli". Cosa dovevano fare, dirvi grazie per gli insulti? E noi applaudire il vostro eloquio? Intanto che il nostro paladino pentastellato giustifica il tutto con il complotto dei giornalisti lingua in bocca con i banchieri. Non ci chiede scusa a nome dei due e del M5S. No! Bravo Paragone.
    State portando la politica ad un livello di bassezza mai visto, neanche con Berlusconi. Il che è tutto dire.
    Un paio di domande, ma non vi fate schifo? E voi con chi vi prostituite?

    • Paolo Ferraro
      Paolo Ferraro 7 mesi fa +6

      @Chris Bianchi Inconferente quel che scrive e su Foa la penso come lei. Visione positiva scienza prove ed analisi sono il MIO pane quotidiano. A questo punto penso che lei sian in una strana erronea buona fede da struzzo visto quel che da ultimo ha scritto. Ovviamente continua a non saper nulla della GRANDEDISCOVERY e del resto. Scarichi il DVD e rimarrà beatamente sorpreso, ma solo se fosse vero che è in buona fede. ArrivederLa. Paolo Ferraro .
      P.S: E si spieghi perchè una quota quella sì comlottistoide ed ala vicina a certi mondi militari è ben incistata in certe aree del M5S. Inoltre come noto non di "dire" o "narrare" si parla ma di PROVE DIRETTE documenti unici vagliabili costituiti da intercettazioni ambientali, e da registrazioni di conversazioni tra presenti e di telefonate . SI ascolti inizialmente solo una delle tante versioni di video di PROVE (ce ne sono molte in rete) : BUON ASCOLTO e vaglio it-clip.net/video/oQEP3xYhzIs/video.html e poi si scarichi il DVD .. rimarrà se fosse in buona fede piacevolmente sbalordito. E si tratta di documenti digitali ed altro atti depositati presso tre Procure. Eppoi legga e studi .. che ogni altra parola portata dal segno del luogo comune occludente e dal pre-giudizio fondato sulla ignoranza è prova che solo si torce irreversibilmente contro Lei stesso . ARRIVEDERLA: Paolo Ferraro

    • Chris Bianchi
      Chris Bianchi 7 mesi fa

      @Paolo Ferraro Guardi, se è per questo, anche Marcello Foa dice di lottare contro le fake news, lo sbandiera ai quattro venti; peccato che ne sia uno dei più grandi divulgatori. Lo sappiamo, al giorno d'oggi si può dire tutto e il contrario di tutto.
      L'Italia non ha bisogno di complotti (vedendo nemici ovunque), di arroganza, prepotenza e volgarità. Abbiamo bisogno di una visione positiva ed un clima sereno...per andare avanti e non stare fermi al palo.
      I veleni e il mal di pancia non portano nulla di buono.

    • patrizia foiani
      patrizia foiani 7 mesi fa

      Chris Bianchi MI scusi @ChrisBIanchi ma dimostrare di IGNORARE come lei fa "abilmente" ( si fa per dire) e accompagnare la ignoranza con etichette è esattamente quello che fa un certo tipo di giornalismo.. Approfondisca ed interrompa una manifestazione continuativa di pregiudizi e concezione ottusa ed ANTISCIENTIFICA. Pesi prove DIRETTE, fatti, analisi e poi emetta suoni che vorrebbero essere giudizi. UN DVD unico fatto di prove dirette uniche e vagliabili e da me ascoltate ("ASCOLTATE") già distribuito tra decine di migliaia di cittadini costituisce, qualora Lei continui nella sua mission etichettatrice e di disinformazione "da regime per taglio assenza di metodo e assoluta immotivazione, la migliore prova contro asserzioni assolutamente prive di qualsiasi rapporto con la realtà. Come le ha spiegato il dott. Paolo Ferraro , lui per primo ha fatto un lavoro serrato di analisi del mondo complottista che aborrisce IVI COMPRESI I MEET UP e ne ha svelato con articoli e conferenze la mission disinformativa. In casa cinque stelle "anche" ,. Si arrenda alla evidenza o continui a far finta di IGNORARE nella ignoranza più totale. E' indifferente. Mi dispiace per Lei e per la figura da giornalista di regime che fa 1! MEET UP , matrice anglo americana e il molto di più che è ormai non solo evidente ma "ben oltre la evidenza" E cito sempre PAolo Ferraro che conosco anche personalmente e bene . !!! ..

    • Paolo Ferraro
      Paolo Ferraro 7 mesi fa +2

      @Chris Bianchi Una analisi fatta di prove dirette vagliabili concrete e collegate ad una realtà concreta ..?! e complottista a chi con numerosi articoli e conferenze ha "dichiaratamente distrutto il "complottismo" dimostrando che esso è una propaggine disinformativa utilizzata proprio per consentire l'etichettamento delle pagliuzze d'oro coperte con "balle" di fieno e fiele ?! Lei non solo non sa di che parla ma quel che dice, semmai fosse in buon fede. STUDI le ripeto la ignoranza se dolosa è prova di mala fede. ..

  • sanjust43
    sanjust43 7 mesi fa

    Ma Mattarella queste cose le sa ??? se ne è accorto o sente e vede solo quello che gli interessa? Parlare di LIBERTA' di stampa, in Italia particolarmente, non ha nessun senso. Non vedo proprio il motivo per cui si dovrebbe continuare a finanziare l'editoria in cui i giornali ed i giornalistiche tutto si può dire tranne che siano liberi.

  • Filippo Aversa
    Filippo Aversa 7 mesi fa

    GRANDE GIIANLUIGI ,NON POTEVI STARE ZITTO##CONTINUATE COSI'SENZA TROPPI RIGUARDI VERSO QUESTI MISERABILI ,PARASSITI SCHIFOSI ,OKKIO ALLA LEGA E DALVINI ,VUOLE LA ROTTURA ,X PRENDERSI IL PAESE ,SAREBBE UNA TRAGEDIA IMMANE ,INDIETRO NON SI TORNA ,PARAGONE ,DICO LIBERATEVI ,DAI DOPPIGIOCHISTI ,IN CASA VOSTRA ,E DAI MERCENARI,BATTETE DURO SENZA VERGOGNA ,AVANTI SPACCATE LE OSSA E COSTOLE AIGLI INFAMI #!! SU CORAGGIO!!TORNATE TORNA CON LA RABBIA GIUSTA ,NON FOTTITI DA SOLO

  • helmira dajko
    helmira dajko 7 mesi fa

    Di Paragone stiamo conoscendo ogni giorno di più ,quella persona onesta,leale,coraggiosa e che ama come se stesso il suo popolo e il suo paese,che i suoi dirigenti e i suoi ex colleghi conoscevano bene (ed é per questo che gli hanno chiuso la trasmissione verità che conduceva).Ma lui è un guerriero, e penso che , non si fermerà mai ,sarà sempre in prima linea per giustizia e verità.Grande Gianluigi.

  • Simo Von Occulta
    Simo Von Occulta 7 mesi fa

    Come diceva il grandissimo Giorgio Gaber

  • Simo Von Occulta
    Simo Von Occulta 7 mesi fa

    Paragone è solo un leccaculo frustato . È solo capace d esprimersi sui social.Nn ha le palle sto Giuda Infame!E qualche testa d cazzo la messo senatore porco D!Le dalle stelle alle stalle , sono quelli che volevano abolire il senato dio bon!

  • 18AnniCheppalle
    18AnniCheppalle 7 mesi fa

    Va bene, mettiamo che il governo non deve esprimersi sui giornalisti.
    Resta il fatto che tutto quanto il popolo vi disprezza, e vi vede per quel che siete, giornai svenduti al miglior offerente e schiavi dei poteri. Noi non vi vogliamo, esigete di fare disinformazione richiamandovi alla libertà di stampa, ma non siete ne' degni della stampa ne' liberi sull'informazione

  • Piero De Bettio
    Piero De Bettio 7 mesi fa

    VAI AVANTI COSI GIANLUIGI
    la maggior parte degli italiani, grazie al nuovo governo e in particolare a te, inizia a capire bene come stanno le cose, il consenso aumenterà ancora

  • Antonella Ficarra
    Antonella Ficarra 7 mesi fa

    vergognati venduto. Hai fatto carriera politica grazie a giornalismo di partito che ti ha fatto entrare in RAI in quota alla lega nord.

  • Massimo Michelini
    Massimo Michelini 7 mesi fa

    Dove stava l'ordine dei giornalisti quando B cacciava biagi e santoro dalla rai, accusandoli di USO CRIMINOSO della tv di stato?

  • Perla Palupi
    Perla Palupi 7 mesi fa

    Si sentono “giornalisti”, disquisiscono indifferentemente di economia, finanza, politica, botanica, fumettistica, sport e filatelia. Più che fare domande, scavare la notizia,
    informare, danno pareri su tutto, trasformandosi a comando in tanti piccoli Zelig, campioni di conformismo. Scrivono su quotidiani che ormai hanno lettori che si avvicinano paurosamente alla decina.Un qualsiasi blogger li batte di netto. Il tempo è passato oggi ci serviamo di automobili, aerei, treni superveloci, ma loro sono abbarbicati alla loro vecchia carrozza trainata da cavalli. Se parliamo poi di competenze si apre un altro capitolo doloroso: Massimo Giannini che tanto disquisisce di politica e di economia è laureato in Giurisprudenza le sue elucubrazioni valgono quanto quelle del il mio vicino di condominio, Vittorio Zucconi ha la laurea in Lettere e filosofia ma lui si sente il decano in tuttologia, e Marco Travaglio be lui no, lui è bravino chissà che laurea avrà : Lettere Moderne, ebbene si. Però almeno Vittorio Feltri...ma non ha nemmeno la laurea e forse neanche il diploma, faceva l’impiegato e si occupava delle rette dei manicomi. E la Gruber? Quella invitata sempre al Bindelberg, ha frequentato il corso di lingue e letterature straniere non c’è che dire. La Palombelli poi è laureata in Antropologia culturale, meco…ni. E Massimo Gramellini il banale fatto persona? Ha Interrotti gli studi in legge. Mentana, il mitraglia invece ha un banale diplomuccio di scuola media superiore . Insomma avete capito fare il giornalista è meglio che lavorare e poi non occorrono competenze a volte basta dar fiato alle trombe o saper scrivere due righe magari scopiazzate qua e la su internet.

  • revenez
    revenez 7 mesi fa

    Finanziamento pubblico all'editoria -> i giornali non si preoccupano di guadagnare dalla vendita di copie e quindi non puntano alla qualità (competizione) -> propaganda per i loro editori, a costo zero.
    Bisogna eliminare la prima freccia, IL PRIMA POSSIBILE!
    Poi vedremo quali sono i giornali con dietro editori IMPRENDITORI (imprenditore: uomo con le palle che si assume il rischio di un impresa commerciale) e quali invece i giornali con dietro il nulla vaporoso, e che non sono altro che un fastidioso megafono di balle per cui la gente non spende per la copia e non guarda la pubblicità sui loro siti.

  • Harold the Barrel
    Harold the Barrel 7 mesi fa

    Chi ?? CALABRESI ??? Ahahahaha.....ahahahahaha......ahahahahahahaha.....ahahahahahahahahahaha......ahahahahahahahahahahaha.....ahahahahahahahahahahaha......ahahahahahahahahaha......CALABRESI.....ahahahahahahahaha......ahahahahahahaha.......ahahahahahahah....dai, basta.....ahahahahahahh......ahahahhahahah.....

  • ANTONIO PUPILLO
    ANTONIO PUPILLO 7 mesi fa +2

    Perdonami caro Gianluigi ma ne voglio approfittare a piene mani ma quando togliete le accise sulla benzina il passaggio di proprietà il bollo auto basta ci state uccidendo togliamo queste tasse orribili

  • gigi ermusica
    gigi ermusica 7 mesi fa +1

    analisi perfetta bravoooooooooooooooooo

  • Umberto DP
    Umberto DP 7 mesi fa

    Meglio che non indaghino troppo su MPS, di maio fece uno spot a dicembre a dimartedì per widiba, un amicone di casaleggio. Figura giornalista pubblicista e non si conosce come l' abbia ottenuto, come la casa condonata , 150 metri quadri di abuso, non lo sgabuzzino o il scalino, la ruspa servirebbe . Sei troppo ingenuo Gianluigi, e troppo protettivo su m5s, prima scavavi più a fondo o almeno lo facevi apparire, ora sei una delle tante puttane che girano attorno alla galassia Casaleggio e DiMaio, e con dispiacere, mai una parola, che contesti qualcosa, almeno prima per quanto a qualcuno potesse sembrare bizzarro il tuo giornalismo , ti hanno addomesticato molto bene quando sei entrato nella setta

  • Simo Von Occulta
    Simo Von Occulta 7 mesi fa

    Qui l unica meretrice che vedo è Paragone.Torna a dirigere la Padania bandierina ,magnia euri a tradimento.

  • NOI INSIEME
    NOI INSIEME 7 mesi fa

    VERITÀ PER #DAVIDROSSI
    ANCHE QUELLO LASCIATO A TACERE COME I FESTINI A SIENA.......

  • Mariella Diotallevi

    Oriana Fallaci e Indro Montanelli questi sono giornalisti , Grandi giornalisti,erede paragone, Claudio messore.

  • Gianfranco Nepitelli

    ottima spiegazione, tu sei un vero giornalista e te lo dice uno che lavora dentro un giornale da 30 anni!!!! sei unico Paragone

  • Antonio Zerillo
    Antonio Zerillo 7 mesi fa

    E il silenzio sul processo a Caltanissetta dove cè coinvolto tutta la politica locale ,i giornalisti ,i vertici delle forze dell'ordine.persino il padre del famoso giornalista Salvo sottile.

  • Francesco Salvato
    Francesco Salvato 7 mesi fa

    Gianluigi Paragone, ovvero onestà intellettuale. Certi "giornalisti" basta guardarli in faccia, mentre parlano, per capire, quanto essi siano in malafede.

  • Enzo Cinquegrana
    Enzo Cinquegrana 7 mesi fa +1

    Continua così sei un grande

  • Mauro G.
    Mauro G. 7 mesi fa

    Quando taglierete i finanziamenti di stato ai giornali il giorno dopo chiudono.
    Tranne qualche rara eccezione lo sanno tutti che è una m..

  • Gerson Fittipalldi
    Gerson Fittipalldi 7 mesi fa

    In tv a dirlo devi andare sempre queste parole ti prego

  • Davemik71
    Davemik71 7 mesi fa

    Grande Paragò.....Vangelo

  • Klaudie1978
    Klaudie1978 7 mesi fa

    I nodi vengono al pettine... ormai è chiaro a tutti in che stato sia il giornalismo italiano!!

  • M.C.P emperor Seiky

    non piace ai giornalisti essere definiti per quello che sono ?? mbhe.. SE NE FACCIANO UNA RAGIONE ! LA VERITA' DA FASTIDIO ?.. PURTROPPO PER QUESTI PREDICATORI DEL MANTRA EUROPEISTA DEVE ESSE CHIARO UNA COSA... LA VERITA', E' VERITA' !! CHE PIACCIA O MENO !! ANCOR DI PIU' RIGUARDO A LOSCHI FIGURI CHE PERCHE' CHIAMATI IN CAUSA ANCHE SE CON PERSONALE DISSENSO, CERCANO TUTTE LE SCUSE POSSIBILI PER L' ILLEGITTIMO DINIEGO, CHE ANCOR PIU' A RAGIONE, NEL RIDICOLO SE NON ESILERANTE TENTATIVO DI NEGAZIONE !! NON VI STA BENE ESSERE DEFINITI "PUTTANE &/O TROIE O BALDRACCHE ?" ALLORA CHE NE DITE DI CAMERIEI, TRADITORI, VENDUTI, ASSERVITI, EUROSICARI, ETC.. MOOOLTOOO ETC... MA SIA CHIARO !!... PRIMA DI ANDARE A VEDERE IN CASA ALTRUI, FATEVI 2 DECENNI DI ESAMI DI COSCIENZA, DANNATI COLLABORAZIONISTI DELL' INVASORE DI BRUXELLE !! E VISTO CHE ALMENO UNA COSA SI PUO' DIRE CHE CONDIVIDIATE CON GLI ITALIANI... SE TANTO "SCHIFO" VI FA ESSERE CHIAMATI P-U-T-T-A-N-E, ALLORA BENVENUTI TRA I VOSTRI CONCITTADINI, ORMAI DA DECENNI SCHIFATI, E ARCISTUFI DI UNA INFORMAZIONE CENSORIA, FAZIOSA, VENDUTA, POVERILE, CANCRENICA, E CHI PIU' NE HA PIU' NE METTA !! BENVENUTE MALEDETTE EUROPUTTANE, TRA I VOSTRI PIU' CHE SCHIFATI CONCITTADINI !!! FINALMENTE ASSAGGIATE UN PO' DELLA MERDA CHE FINORA AVETE GETTATO SUI VOSTRI CONCITTADINI ! BUONA DEGUSTAZIONE !!

  • Sonia Ferrari
    Sonia Ferrari 7 mesi fa

    Grazie paragone tre quarti di Italia è con te

  • Sonia Ferrari
    Sonia Ferrari 7 mesi fa

    Repubblica non lo leggo più ...fa schifo ...super chic sinistra casual gente ricca firmata salottiera,case in zone di elite ...facile vero essere di sinistra cosi???

  • giuseppe romano
    giuseppe romano 7 mesi fa

    La disonestà intellettuale è il cancro in metastasi della società

  • Francesco Naples
    Francesco Naples 7 mesi fa

    i nove dislike sono di: Giannini, Fubini (che compare nella OpenSociety di Soros), Meli, Merlino, Formigli, etc.etc.

  • dodo23762
    dodo23762 7 mesi fa

    mitico

  • Corto Maltese Rasputin

    Paragoneeee è da un po che posti video.ma perché non ti canditi tu?dajeeee spaccamo tutto Dajeee.ciao grande

  • Nick Cmx
    Nick Cmx 7 mesi fa

    Bravo Gianluigi

  • Andrea Giusti
    Andrea Giusti 7 mesi fa

    e bene come dargli torto?
    caxxo anni di studio x diventare giornalisti e poi vi rassegnate ad essere schiavi?
    ma un po di orgoglio non ve l'hanno insegnato?
    NO?
    allora guardatevi dietro guardate i vari
    Luigi Barzini
    (Il primo grande inviato di guerra)
    Indro Montanelli
    (Una lunga carriera, da Mussolini a Berlusconi)
    Enzo Biagi
    (Il testimone del secolo)
    Giorgio Bocca
    (Il partigiano specialista dei reportage)
    Oriana Fallaci
    (La donna che cambiò il giornalismo italiano)
    PER CARITÀ ANCHE LORO AVEVANO IDEE POLITICHE, ANCHE LORO AVEVANO EDITORI CHE DALL'ALTO GUARDAVANO MA CAVOLO AVEVANO LE ⚽️⚽️⚽️ ED ERANO PENNE LIBERE!

  • mariapia692
    mariapia692 7 mesi fa

    DI QUESTA VICENDA INCECE NON PARLANO : ANNI DI LOTTA PER APRIRE
    LE INDAGINI E ANCORA NIENTE it-clip.net/video/r6widO8tZlw/video.html

  • mario tarticchio
    mario tarticchio 7 mesi fa

    Giornalisti che scrivono sotto dettatura.

  • mariapia692
    mariapia692 7 mesi fa

    Al macero tutti i giornali che hanno sempre coperto le spalle alle SCHIFEZZE del PD e bombardato invece senza prove tutti quelli che non appartengono alla loro parrocchia

  • Desiderio Di Bonaventura

    Ormai sono solo giornalai che neanche meritano un salotto...meritano un bagno dove dovrebbero sprofondare nella tazza.

  • Marco Cecconi
    Marco Cecconi 7 mesi fa

    Le élite occidentali condanneranno Bolsonaro, nella disperata e cinica speranza di rafforzare le loro credenziali come guardiani dell’ordine esistente, apparentemente morale. Ma sono loro ad averlo pianificato. Bolsonaro è il loro mostro.

  • Giovanni bergamo decarli

    Una cozzaglia di mercenari disonesti prezzolati per di più in malafede, leccaculi di un ex potere delle sinistre fallimentare e obsoleto sempre pronti a propinarti una "verità" decisa a tavolino dai massoni "economici" e politici... una "verità" tanto vergognosa quanto figlia solo di falsi ideologici.... qualche volta imparate a vergognarvi magari mentre vi fate la barba al mattino...

  • Daitarn 3
    Daitarn 3 7 mesi fa

    E se lo dice lui che da giornalista ha vissuto quel mondo...

  • multililliput
    multililliput 7 mesi fa

    Questo video su FB viene bloccato perché dicono che non rispetta gli standard della community..Paragone,fa qualcosa..ti ho mandato anche gli screen su FB

  • Andrea Sampugnaro
    Andrea Sampugnaro 7 mesi fa

    Mi fa male la carta stampata, gli editori... tutti. Mi fanno male le edicole, i giornali, le riviste con i loro inserti: un regalino, un opuscolo, una cassetta, un gioco di società, un cappuccino e una brioche grazie.
    Mi fanno male quelli che comprano tutti i giornali perché la realtà é pluralista. Nooo, non mi fa male la libertà di stampa. Mi fa male la stampa. Mi fa male che qualcuno creda ancora che i giornalisti, si occupino di informare la gente. I giornalisti, che vergogna! Cosa mettiamo oggi in prima pagina? Ma sì, un po’ di bambini stuprati. E’ un periodo che funzionano. Mi fanno male le loro facce presuntuose e spudorate, facce libere e indipendenti ma estremamente ma rispettose dei loro padroni, padroncini, facce da grandi missionari dell’informazione, che il giorno dopo guardano l’indice d’ascolto. Sì alla televisione, facce completamente a loro agio che si infilano le dita nelle orecchie e si grattano i coglioni. Sì, questi geniali opinionisti che gridano litigano, si insultano, sempre più trasgressivi. Questi coraggiosi leccaculo travestiti da ribelli. E’ questa libertà di informazione che mi fa vomitare. Come sono delicato!

  • M. Emanuela Giacomuzzi

    Purtroppo è così anche nelle piccole realtà locali. Nessuna cronaca, solo "commenti" di parte.

  • Phil Hippos
    Phil Hippos 7 mesi fa

    Basta vedere la rassegna stampa quotidiana del mattino su Rainews 24, che ogni sacrosanto giorno da in testa a questo governo. Verificate i quarti d'ora ed approfondimenti dedicati a Repubblica e Corriere, e sotto un minutino il Fatto Quotidiano unico contro corrente al mainstream. Dal 4/3/2018 una propaganda veemente al limite della decenza.

  • franco Tomasello
    franco Tomasello 7 mesi fa

    paragone, ti informo che il sole24ore al consiglio di stato è stato ritenuto qualche giorno fa non 'autorevole' perché non ha attivo patrimoniale.notizia dimenticata da tutti o forse non compresa,?

  • marco ia
    marco ia 7 mesi fa

    Il giorno dopo l'assoluzione nemmeno una riga....